Book Of Ra Mobile

Slot Machine Bar Snai

Rubava per Giocare alle Slot Machine: Assolta per Ludopatia

assolta per ludopatiaUna sentenza senza precedenti è stata emessa dal Tribunale di Milano che ha assolto una donna che rubava perché affetta da ludopatia.
 
Infatti, la donna era una giocatrice di slot machine patologica, quindi affetta da una grave malattia di ludopatia, che rubava denaro e non solo pur di trovare soldi da investire nel gioco delle slot machine.
 
Per la prima volta in un’aula di giustizia è stato riconosciuto, quindi, che chi è affetto da ludopatia è soggetto a rischio e debole.
 
Questa storia ha come protagonista una donna di 44 anni, sposata e con 2 figli che era operaia in una gelateria di un centro commerciale e che, poi, ha deciso di affiancare anche l’attività di collaboratrice domestica per avere più soldi per giocare alle slot machine bar.
 
Ma anche la doppia attività non bastava e così la donna ha cominciato a rubare nei posti dove lavorava e non solo pur di giocare a quelle maledette slot machine che aveva sempre a portata di mano nello stesso centro commerciale dove si trovava la gelateria dove lavorava.
 
Già prima che la donna fosse beccata a rubare e denunciata, comunque, il marito si era accorto dei suoi problemi ed aveva chiesto l’aiuto di un centro per malati di ludopatia.
 
Alla donna, uno psicologo ha diagnosticato il disturbo di gioco patologico ed ha avviato un cilco di terapie nominando il marito come amministratore di sostegno e i giudici dopo aver assolto la ladra l’hanno affidata alle cure del Sert.
 
Quando la sentenza è stata letta in aula, la donna ha ammesso in lacrime di aver rubato, ma che non era in sé. Quella maledetta voglia incontrollata di giocare alle slot machine l’aveva trasformata e portata in un mondo parallelo facendole dimenticare tutto quello che contava davvero.